Come sono sicura che saprete, è FONDAMENTALE preparare il proprio corpo all’allenamento, sia mentalmente che fisicamente, evitando infortuni e favorendo i movimenti. Per questo motivo dovete sempre fare un po’ di riscaldamento e stretching sia prima che dopo il vostro workout.

Se vi allenate in palestra poi, il riscaldamento è ancora più importante: state per sollevare pesi considerevoli col vostro corpo, quindi dovete essere certi che i muscoli siano ben “svegli” e la circolazione sia attiva. Come fare?

Pre-allenamento:

Iniziate con un riscaldamento generico. Bastano pochi minuti di cardio, che sia un po’ di corsa sul posto o una camminata sul tapis roulant, giusto per innalzare un po’ il battito cardiaco. Questo alzerà la vostra temperatura corporea e comunicherà al sistema nervoso che siete pronti a darci dentro! Prima di allenarmi io preferisco fare dello stretching dinamico, cioè muovermi per allungare il muscolo anzichè tenerlo in tensione. Un esempio possono essere gli slanci camminando, oppure passare da una plank a un affondo.

Prima di ogni esercizio poi, è importante scaldare lo specifico muscolo che andrete a stimolare. Facendo movimenti simili a quelli dell’esercizio, preparerete allo sforzo i muscoli e le giunture che saranno sotto sforzo. Se dovrete allenare le gambe pensate a degli affondi o degli squat a corpo libero, mentre se allenate le braccia potete fare dei piegamenti. Ricordatevi di non avere fretta; meglio meno volte, ma fatte meglio!

Post allenamento:

Il cosiddetto “Cool Down” è la fine naturale di qualunque allenamento. Invece di fermarvi completamente e di netto, diminuite costantemente lo sforzo fino a fermarvi, con molta naturalezza. Potete farlo camminando sempre più piano, o facendo un po’ di yoga. Sebbene non è necessario che si tratti di stretching, questo è in realtà il momento migliore per farlo, perchè i muscoli sono ancora “caldi” e si allungano più facilmente. 

Quindi ripetete insieme a me: farò riscaldamento prima e dopo OGNI allenamento! Credetemi, mi ringrazierete 🙂